Corsi di formazione alla mediazione familiare

Il crescente aumento delle separazioni e dei divorzi, la specificità e la complessità che contrassegnano quest’evento, che coinvolge a vario titolo contesti diversi e differenti figure professionali, ha portato ad un profondo ripensamento delle tradizionali modalità di approccio e allo sviluppo di modelli teorici-culturali e di intervento nuovi, come la Mediazione Familiare. La M.F., nata negli Stati Uniti negli anni ’70, tenta di dare una risposta costruttiva alla crisi che accompagna il processo della separazione, favorendo la riorganizzazione in senso evolutivo del sistema familiare, valorizzando le risorse presenti, e gettando le basi per la prosecuzione dell’esercizio congiunto della genitorialità da parte degli ex coniugi nei confronti dei figli. La M.F., in quanto volta alla promozione del benessere dei soggetti coinvolti, si configura come intervento a forte valenza preventiva, soprattutto nell’ottica della tutela dei soggetti maggiormente a rischio, vale a dire i minori. 

L’ottica sistemico-relazionale si è rivelata particolarmente utile nel fornire chiavi di lettura e modelli di intervento capaci di prendere in considerazione l’intero sistema familiare, l’aspetto evolutivo e processuale dell’evento separativo, e le molteplici interconnessioni che l’attivazione di più sistemi relazionali e istituzionali comporta. Il corso si pone pertanto l’obiettivo di fornire ai partecipanti sia un’ampia preparazione teorico-culturale per la comprensione dei diversi aspetti della problematica trattata (socioculturali, emotivo-relazionali, giuridico-normativi), sia le conoscenze di base dell’approccio sistemico-relazionale, sia l’acquisizione delle specifiche competenze tecniche e metodologiche proprie dell’intervento di M.F.
Il corso è riconosciuto dall'AIMS (Associazione Italiana Mediatori Sistemici) a cui l'I.E.F.Co.S.T.RE. aderisce, ed è conforme agli standard formativi europei.

 

 

Struttura del corso

I corsi sono biennali, per complessive 320 ore, con un impegno di 140 ore annue, articolate in:
• 20 incontri a cadenza quindicinale, di 5 ore ciascuno (100 ore);
• Seminari di approfondimento tenuti da esperti nel campo della Mediazione (40 ore);
• Durante il biennio è obbligatoria la partecipazione ad 1 Seminario a carattere Nazionale che rientra nel monte ore complessivo;
• Tirocinio (20 ore);
• Supervisione (20 ore): il candidato potrà accedere all’esame finale solo dopo una supervisione di almeno tre casi di mediazione familiare.
Il numero massimo di partecipanti è 15.

 

Destinatari dei corsi e modalità di accesso

Persone in possesso di laurea in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Psicologia, Medicina, Pedagogia, Giurisprudenza, Sociologia, o in possesso di Laurea Breve, Educatori e Assistenti Sociali, Scienze della Comunicazione, Scienze della Formazione, Scienze giuridiche, Scienze Sociologiche, Scienze Psicologiche, Scienze Filosofiche.
Diplomi superiori a cui sia seguita un’esperienza lavorativa almeno triennale nel campo dell’insegnamento, dell’educazione o dell’intervento sociale, e più in generale, nei contesti di consulenza e assistenza alla famiglia.
Sono consentite assenze fino ad un massimo del 20% degli incontri del training specifico.

 

Metodologia del corso

Il percorso formativo è volto a favorire nei partecipanti l’apprendimento sia di elementi teorici e culturali, sia di specifiche competenze relazionali, metodologiche e operative.
La struttura formativa è pertanto impostata su due differenti livelli: uno di tipo teorico, e uno di tipo esperienziale. Quest’ultimo trova in una didattica attiva e nel gruppo un momento fondamentale di apprendimento relazionale e pratico.
Durante il corso si alterneranno lezioni teoriche a carattere seminariale, lavori di gruppo, esercitazioni, simulate, giochi di ruolo, presentazione e discussione di casi e di materiale video registrato.
Ampio spazio sarà dedicato al lavoro autocentrato sull’allievo e alle sue risonanze cognitive ed emotive in relazione alle tematiche evocate dal conflitto, dall’evento separativo e dal disagio dei diversi personaggi coinvolti, (e ai loro possibili effetti sull’intervento di mediazione). L’allievo deve infatti apprendere a riconoscere e ad usare il suo pensiero e le sue emozioni nel processo relazionale in cui si esplica e si sostanzia il suo intervento professionale.
Il lavoro di supervisione consente, alla fine del biennio, di verificare le competenze acquisite dall’allievo durante il corso. Pertanto è previsto per ciascun allievo una supervisione su almeno tre processi di Mediazione Familiare per un totale di 20 ore.

 

Programma

Argomenti trattati durante il Corso:


I°ANNO

Immagine e trasformazioni sociali della famiglia
• Il ciclo vitale della famiglia: eventi critici e risorse evolutive
• Tipologie della famiglia disfunzionale 
• Il concetto di "gioco familiare"

 

II°ANNO

Dalla valutazione del conflitto al processo di mediazione familiare: 
- analisi della domanda
- analisi del contesto
- il contratto di mediazione
- metodologia e tecniche della mediazione familiare sistemica

• La funzione dell’avvocato nel contenzioso familiare
• Mediazione e istituzioni: strategie e tecniche d’intervento
• Aspetti etici e deontologici della mediazione familiare
• Consulenza, mediazione, psicoterapia: differenze metodologiche e possibili connessioni
.

 

 

Esame finale e titolo conseguito

Al termine del biennio verrà rilasciato un attestato di partecipazione al Corso in Mediazione Familiare Sistemica, riconosciuto dall’AIMS. Al termine della Supervisione, previa presentazione di una tesina e superamento di una prova d’esame finale sostenuta con una commissione dell’A.I.M.S. a carattere nazionale, verrà rilasciato un diploma che attesta la qualifica di Mediatore Sistemico Familiare e l’iscrizione all’A.I.M.S. come Socio Ordinario.

NEWS

"RACCONTI E INCONTRI"

L'approccio sistemico relazionale alla malattia oncoematologica

Il Seminario svoltosi il 29 ottobre 2016  presso la

Sala Conferenze San Francesco di Nuoro

può essere visto visitando le pagine AIL Nuoro su You Tube

Nelle sezione dedicata al Prof Luigi Onnis

è stata allestita una pagina in progress con una parte della sua produzione scientifica

La IEFCOSTRE nell'ambito delle collaborazioni e promozioni di attività dedicate alla formazione continua Psicoterapeutica annuncia con piacere di ospitare nei propri locali il Master di II livelo promosso dal Centro Studi Hansel e Gretel Onlus:

L'Ascolto del bambino in ambito clinico e psicologico-forense

La locandina relativa all'evento è presente nella sezione Progetti, pagina Collaborazioni

 

 

MASTER DI FORMAZIONE ALLA PSICOTERAPIA SISTEMICA

Sono aperte le iscrizioni al Master Biennale di Formazione alla Terapia Sistemica per Psicoterapeuti. La brochure del Master è pubblicata nella sezione relativa ai programmi formativi. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria.

 

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA SISTEMICO-RELAZIONALE

Sono aperte le iscrizioni al Corso di specializzazione in psicoterapia sistemico- relazionale.

Per informazioni contattare la segreteria della sede di Cagliari al n. 07043577 o all'indirizzo

segreteria@iefcostre.it.

 

 

  

 

CENTRO CLINICO :  

E' stato attivato presso la sede IEFCOSTRE di Cagliari il Centro Clinico di Psicoterapia per l'individuo, la coppia e la famiglia. 

Per  appuntamenti contattare, Centro Clinico, responsabile Dott.ssa Roberta Speziale. Tel 07043577

 

 

CORSO DI FORMAZIONE ALLA 
MEDIAZIONE FAMILIARE 
Vedi la pagina dedicata nella 
sezione Programmi Formativi 

 

 

ARCHIVIO NEWS 

 

Seminari degli anni precedenti

Stampa Stampa | Mappa del sito
© IEFCOSTRE piazza giovanni XXIII 27 09128 Cagliari Partita IVA: IT02598620926